Home Chi siamo Contatti Cerca nel sito istituti associati enti collegati

Attività scientifica e culturale

Centro di documentazione

Le riviste

Didattica

 

Musica, cinema, arti, letteratura ci raccontano come è cambiata la società e lo spirito del tempo, dai sogni rivoluzionari culminati col Sessantotto agli anni di piombo (in Italia) e alla generale disillusione delle speranze di cambiamento in tutto il mondo.
Si propone un percorso conoscitivo che possa legare strettamente la storia politica e sociale alla cultura (che si fa storia a sua volta) per capire in che modo le arti abbiano recepito, e a volte anticipato, taluni aspetti della società in un momento cruciale del secondo Novecento.
Attraverso i contributi dei vari esperti di ogni settore è possibile ricostruire la realtà di quel periodo seguendo l'esempio del quadro cubista: piani differenti, diversi aspetti, volti e nomi inquadrati da varie angolature danno vita a un collage multiforme e sfaccettato. Insomma una finestra su quella "fine delle illusioni" di cui i nostri tempi sono tuttora eredi.
 

 

 

PRIMA GIORNATA

Massimo Papini (Istituto Storia Marche), "Eravamo comunisti". Enrico Berlinguer e la crisi della democrazia

Silvia Casilio (Università di Macerata),
"Piove all'insù". Giovani, movimento e riflusso

Francesco Scarabicchi (poeta),
L'ultimo Pasolini

 

 

SECONDA GIORNATA

Annacarla Valeriano (Università di Teramo), Gli anni '70 degli "altri". Gli home movies raccontano

Michela Meschini (Università di Macerata), Letteratura e postmodernità: Calvino e Tabucchi

Luisa Cicognetti (Univeristà di Bologna), Il cinema italiano finisce con gli anni '70? Da Ecce bombo a Ginger e Fred

Emanuele Mochi (Istituto Storia Marche), "E a un Dio a lieto fine non credere mai". De Andrè e Gaber alla fine del sogno

 

 



Il materiale audiovisivo degli interventi è disponibile in forma completa presso l'archivio dell'Istituto.
Nei prossimi mesi si procederà alla pubblicazione degli atti.

 

 

 

Genera pagina pdf